SUP Yoga – Perchè tutto questo hype? – Karine Halle

, SUP Yoga – Perchè tutto questo hype? – Karine Halle

Quando parlo alle persone dello yoga, di solito ricevo sempre due risposte: “Lo yoga è fantastico!” o “Non riuscirei mai a fare yoga, non sono …(abbastanza flessibile, forte, zen, etc)”. Invece, quando menziono lo yoga SUP, la risposta delle persone è quasi sempre assimilabile a “Sei fuori di testa? Riesco a malapena a stare su due piedi, figurarsi stare in equilibrio sopra ad una tavola da paddle!

Questo blog punta a sfatare questi luoghi comuni e pregiudizi che circondano lo Yoga SUP!

Lo Yoga su Stand Up Paddleboard è impossibile

Lo Yoga non è soltanto un’attività fisica. Certo, i social media e le riviste ci mostrano sempre foto di yogi in posizioni complesse, attorcigliati come dei pretzel (ammetto di essere anche io colpevole di farlo a volte haha); ma quella non è la vera essenza dello yoga. Infatti lo yoga è in realtà l’esercizio dell’unificazione – la fusione tra corpo, mente e spirito. Consiste nel lasciarsi alle spalle le aspettative, abbandonare la paura e l’ansia da prestazione per raggiungere una consapevolezza completa del momento presente. Non avete bisogno necessariamente di essere flessibili per fare yoga SUP, nè dovete conoscere a memoria il “saluto al sole”. Chi sta provando lo yoga per la prima volta è più che benvenuto nelle mie classi! Cominciare subito con una classe di Power Yoga SUP o Vinyasa potrebbe risultare eccessivo ma una pratica leggera di yin yoga mirata allo stretching, al rilassamento e alla meditazione potrebbe invece essere la soluzione ottimale per chi ha appena iniziato! Presentatevi semplicemente con un sorriso sulle labbra e godetevi l’aria fresca, un respiro alla volta!

, SUP Yoga – Perchè tutto questo hype? – Karine Halle

Dovete avere un buon equilibrio.

Non riesco nemmeno a contare il numero di volte che ho sentito ripetere questa frase come scusa per non provare il SUP o lo yoga SUP. Se avete paura di stare in piedi, è molto probabile che non riuscirete a farlo. Più teso sarà il vostro corpo, più difficoltà incontrerete nell’assorbire lo scorrere e sobbalzare dell’acqua sotto di voi. Cercate di sconfiggere la paura facendo dei respiri profondi. Utilizzate ogni espirazione per allentare gradualmente la tensione muscolare del vostro corpo. Quando il vostro corpo si rilasserà, anche la mente potrà seguirlo. Quando vi sarete liberati della tensione, salite lentamente sulla vostra SUP utilizzando le mani e le ginocchia, oppure da seduti. Nella maggior parte delle classi di Yoga SUP, gli studenti cominceranno sdraiati sulla loro schiena, seduti o nella “posizione del bambino”, detta anche Balasana. Fate attenzione ad ascoltare la reazione del vostro corpo in questa situazione. Questo è già un grande passo. Lasciate che la vostra mente e il vostro corpo si adattino a questa forma, percepite il ritmo dell’acqua e permettete al vostro corpo di sincronizzarsi con essa. Con il tempo capirete che la tavola da SUP è lì per supportarvi. Con questa nuova fiducia acquisita potrete lentamente cominciare a sollevare il vostro baricentro dalla tavola per alzarvi gradualmente in piedi. Ricordate: più tesi sarete, maggiori saranno le probabilità di cadere. Fidatevi. Comunque, nel peggiore dei casi, potete solo finire in acqua!

, SUP Yoga – Perchè tutto questo hype? – Karine Halle

Cadrai di sicuro

A dire la verità potrebbe succedere! Dovete solo ricordarvi che siete al sicuro. Oltre ad avere un giubbotto di salvataggio sulla tavola, avrete a vostra disposizione anche il miglior attrezzo galleggiante disponibile: la vostra stessa SUP! Anche se cadrete, potrete sempre aggrapparvi alla tavola e tornarci sopra. Gli istruttori sono lì proprio per aiutarvi nel caso abbiate bisogno di una mano o di una guida extra per insegnarvi a tornare sulla tavola. Ci sono anche dei vantaggi nel cadere in acqua….una rinfrescata immediata che vi metterà sicuramente il sorriso sulle labbra!

, SUP Yoga – Perchè tutto questo hype? – Karine Halle

Lo Yoga SUP non è vero Yoga.

Lo Yoga SUP potrebbe essere visto da alcuni come l’ennesima pratica trendy di “finto yoga” da affiancare al “goat yoga”, al “birra yoga”, alle “risate yoga”, o simili…Anche se lo Yoga SUP non ha centinaia di anni e non è una delle modalità tradizionali di praticare lo yoga, ciò non significa che non si tratti di “vero yoga”. Come ho detto prima, lo yoga consiste nel connettere la mente, il corpo e lo spirito. Non importa l’aspetto esteriore della routine di esercizi che eseguite. Esistono innumerevoli benefici legati alla pratica yoga effettuata sull’acqua. Essa permette infatti di raggiungere un contatto immediato con la natura che le quattro mura di uno studio yoga tradizionale non possono fornire. Lo Yoga SUP è un ottimo modo per concentrarsi. Lo Yoga SUP vi costringe infatti ad essere attenti, presenti e a focalizzare ogni respiro e movimento in modo da restare a galla mentre siete immersi nella natura. La meditazione e la pratica del rilassamento sono molto più semplici quando ci si trova a stretto contatto con l’ambiente naturale e permette anche di avvicinarsi con più facilità alla pace interiore.

, SUP Yoga – Perchè tutto questo hype? – Karine Halle

Spero che questo post possa incoraggiare alcuni di voi ad uscire dalla vostra “comfort zone” e a spingervi a provare questa nuova esperienza! Uscite dalla ristrettezza del vostro tappetino e spostate i vostri esercizi sull’acqua, immersi nella natura! Anche se non posso garantire che sarete asciutti al termine della classe, posso però promettervi che vivrete un’esperienza divertente che vi lascerà rinfrescati e in pace con voi stessi! Attenzione però – potrebbe creare una forte DIPENDENZA!!!

, SUP Yoga – Perchè tutto questo hype? – Karine Halle

Scritto da Karine Halle – IG: @supyogawithkarine

Karine, 27 anni, è un’istruttrice di yoga e paddleboard originaria del Canada ed in attesa del suo primo bambino. Ha praticato lo yoga per più di 10 anni ma si considera ancora una studente ed è sempre pronta a conoscere cose nuove e a crescere. Si è innamorata dello Yoga SUP 4 anni fa ed è diventata un’istruttrice certificata poco dopo aver ottenuto il suo diploma di istruttrice yoga nel 2017. Karine utilizza la sua tavola gonfiabile Bluefin Cruise per praticare lo Yoga SUP e insegnare durante le sue classi. Non esiste situazione o luogo che preferisca al mondo, che stare sull’acqua, circondata dalla natura.

A cura di Lizzie @ Bluefin SUPs

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *